Categorie
cronaca

“Senza vergogna”. Salvini asfalta Letta dopo l’accordo coi comunisti

Venghino, signori venghino! Potrebbe essere questo il nuovo motto del Pd di Enrico Letta, pronto ad imbarcare chiunque nella grande ammucchiata con l’obiettivo, che ad ora pare ben lontano, di battere “le destre” – così come le chiamano loro – nella contesa elettorale del prossimo 25 settembre.

 

Nella “santa alleanza” del Pd, c’è posto per tutti. Gli ultimi imbarcati, come è noto, sono Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli, ovvero i comunisti di Sinistra Italiana e gli ecologisti dei Verdi. Proprio quelli che Carlo Calenda non voleva. Tanto che ora ci sarà da vedere come reagirà il leader di Azione, che più volte ha espresso un chiarissimo: o noi, o loro. Insomma, nel centrosinistra è caos totale.

 

Presentando l’alleanza, Letta ha spiegato in premessa, dilungandosi per ben due minuti, che queste alleanze sono necessarie per battere “le destre”, appunto. Non si parla di programma, di idee, di come migliorare l’Italia. Si parla soltanto di fermare gli avversari, di potere insomma.

E questa circostanza scatena Matteo Salvini, leader della Lega, che passa all’attacco sui social. Infatti su Twitter, dopo aver ascoltato quanto detto dai leader di sinistra, ecco che azzanna: “Non è un accordo per governare, confessa Letta, appena dopo aver firmato il patto elettorale coi Verdi e Sinistra Italiana. Quindi accordo solo per salvare le poltrone? E Calenda che dice? Senza vergogna. Il 25 settembre saranno gli italiani a dare la risposta migliore”, conclude Salvini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.