Categorie
cronaca

Perugia, la truffa della casa vacanze: ecco come ti rovinano le ferie

Versa 500 euro di caparra per una casa vacanze a San Benedetto del Tronto. Peccato che al suo arrivo sul posto, una donna di Bettona, in provincia di Perugia, abbia ricevuto una bruttissima sorpresa. La signora aveva visto l’appartamento tramite un annuncio online e poi, interessata alla casa, si era messa in contatto con il proprietario per affittarla. E così, dopo uno scambio di messaggi per concordare il prezzo del soggiorno – 1.600 euro – la donna aveva versato l’acconto da 500 per confermare la prenotazione. 

 

 

 

Fin qui nulla di strano. Poi però la malcapitata ha telefonato a uno stabilimento balneare vicino all’appartamento per prenotare lettino e ombrellone. Ed è stato in quel momento che ha scoperto di essere stata truffata: la titolare, dopo aver appreso l’indirizzo della casa in cui la donna avrebbe soggiornato, le ha dato la brutta notizia. Quella casa non esiste. Altre persone, in passato, sarebbero cadute nella stessa trappola. 

 

 

 

Alla fine per la donna è stato impossibile contattare il proprietario-fantasma, che – come era prevedibile – è poi sparito nel nulla. Subito però è scattata la denuncia ai Carabinieri. E grazie al lavoro dei militari della stazione di Bettona, è stato possibile risalire al truffatore, tradito dall’intestazione della scheda telefonica e da alcune tracce lasciate da lui stesso sul web: si tratta di un uomo di Torino denunciato per truffa alla Procura. 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.