Categorie
cronaca

Elio e le Storie tese, il dramma del figlio Dante: “Ora rispettateci”

Dante, il figlio di Elio Belisari, del gruppo Elio e le storie tese, è salito sul palco e ha detto: “Sono autistico e ne vado fiero”. Dante ha 12 anni ma ha affrontato da vero figlio d’arte la folla che si è riunita sabato 16 luglio all’Arena Fiera di Bergamo per il ‘Concertozzo’ della band del padre, di nuovo insieme per una serata organizzata con il Trio Medusa e Radio Deejay, oltre all’organizzazione internazionale umanitaria Cesvi.

 

 

Ad un certo punto, durante il concerto, è salito sul palco Nico Acampora, creatore di Pizzaut, una pizzeria gestita da ragazzi autistici, che ha spiegato che “attraverso il lavoro questi ragazzi hanno scoperto altre caratteristiche della loro vita” e poi ha presentato “il mio aiutante Dante” al quale ha passato il microfono: “Ciao Bergamo, fatevi sentire”, ha urlato il ragazzo, a suo totale agio davanti alla folla del Concertozzo.

 

 

“Il mio nome è Dante, il cognome è Belisari ma, vabbè, a nessuno interessa, e sì, sono autistico e ne vado fiero”, ha annunciato davanti a tutti. “Godetevi lo spettacolo, vi lascio in pace, ma per favore rispettate tutte le persone autistiche” ha concluso , ricordando poi a tutti che “la terra dei cachi è la terra dei cachi”. Ed è stato un boom di applausi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.