Categorie
cronaca

Ucraina: ex capo sicurezza polacca, ‘attacco russo a Polonia e Paesi Baltici ancora possibile’

Roma, 18 giu. (Adnkronos) – “La Russia ha perso la guerra a livello politico e strategico, ma uno scenario di attacco è ancora possibile, così come per l’Ucraina, anche per i Paesi Baltici, la Polonia e l’intero Occidente. Se Putin vede che la sua dottrina dell’escalation è efficace, in pochi anni può spostarsi ulteriormente, ad esempio, nel corridoio di Suwalski”. Lo ha affermato Stanislav Kozei, ex capo dell’Ufficio per la sicurezza nazionale della Polonia, al media polacco Onet. Il corridoio di Suwalski menzionato è l’area che collega i Paesi Baltici con la Polonia e altri paesi della Nato. Allo stesso tempo, separa la regione di confine di Kaliningrad della Federazione Russa e della Bielorussia dai Paesi occidentali.

Allo stesso tempo, Kozei non ha dubbi sul fatto che la Russia uscirà dalla guerra in Ucraina chiaramente indebolita: “Le sue capacità strategiche diminuiranno – ha affermato – Le sue posizioni nell’arena internazionale si deterioreranno in modo significativo e il tenore di vita dei russi cadrà in modo significativo. In questo senso, possiamo dire che la Russia perderà questa guerra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.