Categorie
cronaca

Successo per la giornata inaugurale di Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

(Adnkronos) – Grande affluenza di pubblico e addetti ai lavori nella giornata inaugurale della seconda edizione del Pipeline & Gas Expo (Pge), la mostra-convegno (Padiglione Uno) interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream” e delle reti distributive dell”Oil & Gas’, ma anche di quelle idriche, e della prima edizione dell’Hydrogen Expo (Padiglione Due), la kermesse rivolta al comparto tecnologico per lo sviluppo della filiera dell’idrogeno. Al taglio del nastro delle due manifestazioni, in programma fino al 10 giugno 2022 nei padiglioni Uno e Due del Piacenza Expo, l’ex ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, il presidente di Confindustria Piacenza, Francesco Rolleri, l’assessore all’Ambiente e Mobilità del comune di Piacenza, Paolo Mancioppi e Fabio Potestà, Direttore di Mediapoint & Exhibitions, società organizzatrice dei due eventi.

Con 200 espositori accreditati, le due mostre-convegno sono state volutamente concepite da Mediapoint & Exhibitions negli stessi giorni e in spazi attigui per favorire la creazione di un network produttivo, per offrire cioè un terreno di incontro e scambio sinergico tra produttori e operatori del mondo “Oil, Gas & Water” (con Pipeline & gas expo) e i protagonisti della filiera dell’idrogeno (con Hydrogen expo).

A porre l’accento sulla centralità di una risorsa come l’idrogeno in chiave ambientale nei piani del governo, l’on. Paola De Micheli: “Il governo ha fatto investimenti importanti sotto il profilo della riconversione massiccia verso l’utilizzo dell’idrogeno. Durante la redazione del testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è stato previsto, su tutto il fronte trasportistico, il finanziamento di progetti di mobilità ad idrogeno: penso per esempio alla sperimentazione sulle linee ferroviarie, alle aziende che stanno sperimentando le motrici di movimento ad idrogeno nei porti, agli aerei e ai porti”.

“L’Unione Europea prevede un massiccio investimento sul trasporto dell’idrogeno ma anche sui depositi, soprattutto nei luoghi dove l’idrogeno potrà essere utilizzato per la mobilità”, aggiunge l’ex ministro. “Ad esempio, Airbus ha già annunciato un prototipo di aereo ad idrogeno per il 2035, ma anche il trasporto marittimo beneficerà di questa nuova opportunità. Sono orgogliosa, da Ministro dei Trasporti che ha pesantemente finanziato gli studi sull’idrogeno, che la mia città, Piacenza, abbia deciso di essere la prima città ad organizzare una grande fiera nella quale potremo discutere della ricerca già applicata sull’utilizzo dell’idrogeno”, ha concluso De Micheli.

Le due fiere mirano a sviluppare sinergie tra due mondi che hanno numerosi punti di contatto: le imprese coinvolte nella progettazione, costruzione e manutenzione di gasdotti, oleodotti e acquedotti, reti di distribuzione gas (primarie e secondarie) e idrica e i relativi fornitori di impianti, macchine, attrezzature e materiali e i player della filiera dell’idrogeno.

“A Piacenza abbiamo una grandissima tradizione per quello che riguarda l’Oil & Gas”, sottolinea il presidente di Confindustria Piacenza, Francesco Rolleri. “Siamo la provincia nella quale questo comparto è nato e credo dunque, che queste nuove iniziative che riguardano l’idrogeno stiano avendo luogo proprio nel posto giusto. L’esperienza decennale e la rete di fornitori strutturata e competente di cui disponiamo sono a disposizione di tutte le aziende che credono in questa nuova opportunità”. “I comparti coinvolti nelle due rassegne inaugurate oggi sono strategici per Piacenza”, aggiunge l’assessore all’Ambiente e alla Mobilità del Comune di Piacenza, Paolo Mancioppi. “A Piacenza abbiamo la fiera Oil & Gas, che ha una valenza internazionale. Oggi, in particolare con l’idrogeno, siamo un passo avanti e stiamo dimostrando di essere sul pezzo”.

Grande soddisfazione è stata espressa da Fabio Potestà, presidente di Mediapoint Exhibitions, società organizzatrice delle due fiere: “Il primo giorno di una manifestazione regala sempre una grande emozione, soprattutto quando si inaugurano due kermesse unite, completamente nuove e che guardano al futuro”.

“Pipeline and gas expo è una fiera interamente dedicata al comparto delle imprese che progettano, costruiscono e si occupano della manutenzione di gasdotti, oleodotti, metanodotti e degli impianti di trasporto dell’acqua. Ci siamo poi accorti della fortissima sinergia che può esserci tra questo comparto e il mondo dell’idrogeno, così abbiamo concepito Hydrogen expo. Per questo motivo – ha aggiunto Potestà – le due kermesse si svolgono in contemporanea, così da massimizzare le opportunità di confronto e lo sviluppo di rapporti di lavoro tra le imprese dei due settori”.

Fondamentale per la creazione di questo network produttivo il fitto palinsesto di incontri, workshop e convegni che affianca le due kermesse piacentine. Tra gli appuntamenti in agenda per domani, pipeline and gas expo ospiterà il convegno “reti gas e transizione ecologica, l’opportunita’ delle trenchless technologies”, organizzato da Ordine degli ingegneri della Provincia di Piacenza e Italian Association for Trenchless Technology (Iatt). Tra i relatori, Paolo Trombetti, Presidente Iatt, Paola Finocchi, Segretario Generale Iatt e Stefano Cagnoli, Direttore Generale Cig. Hydrogen expo proporrà invece il workshop “gli elettrolizzatori e la loro filiera. Come si caratterizza l’industria italiana: dove siamo oggi e quale è il futuro”, organizzato in collaborazione con Anie Energia, Anima Confindustria, H2it, Animp e Oice. tra i relatori: Lorenzo Stocchino, delegato sezione energia Animp e membro advisory board hydrogen expo, Cristina Maggi, direttrice H2it, Oliviero Corda, delegato Oice, Michelangelo Lafronza, Anie Energia e Andrea Gusmaroli, Anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.