Categorie
cronaca

Valentina Nappi, performance estrema: cosa sarà possibile farle (pagando) in un museo

Provocare, sempre. Questa l’innegabile vocazione di Valentina Nappi, reginetta delle luci rosse italiane. E l’ultima provocazione, ovviamente, viaggia di pari passo al suo corpo: la star dell’eros, infatti, è pronta a trasformarsi in un’opera d’arte contemporanea in carne ed ossa. Tutta da annusare…

La peculiare iniziativa si chiama infatti “Annusa Valentina Nappi”. Trattasi di una body-performance che si terrà il prossimo 17 giugno al CAM, il Contemporary Art Museum di Casoria, in Campania.

A rivelare la stramba iniziativa è Antonio Manfredi, ideatore e direttore del museo campano di arte contemporanea, il quale spiega che la performance sarà accompagnata dai suoni ambient e dilatati di KAMAAK che eseguiranno, dal vivo, anche i brani tratti dall’ultimo Ep “Imperfect Disconnect”.

Ma in cosa consiste, l’esibizione? Presto detto: pagando un biglietto, sarà possibile annusare Valentina Nappi. Ovunque si voglia falrlo. Sempre Manfredi, ha aggiunto: “Gli odori ci aiutano a riconoscere la realtà e a catalogare quello che è buono e quello che è pericoloso, annusare significa tornare indietro e ricordare quello che si è appreso da piccoli o cercare nuove definizioni per nuovi odori. Così il corpo dell’attrice Valentina Nappi, preparato con delle essenze dallo chef Pasquale Trotta, si offrirà all’esperienza olfattiva del pubblico mettendo in atto, attraverso le molecole odorose, una corrispondenza alle conoscenze ataviche, ai ricordi e alla definizione stessa della realtà”, ha concluso. L’evento, per certo, è destinato a fare il pienone…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.