Categorie
cronaca

“Cancro difficilmente curabile, siamo allo scenario peggiore”: Cremlino, filtra il piano per sostituire Putin

Non passa settimana senza che vengano messe in circolazione nuove voci sulla presunta malattia grave di Vladimir Putin, le cui condizioni di salute sarebbero strettamente sorvegliate da un’equipe di medici che lo seguirebbe come un’ombra. Secondo le indiscrezioni raccolte dal giornalista israeliano Mark Kotlyarsky, il presidente russo soffrirebbe di un tumore al pancreas e nei prossimi giorni dovrebbe finire sotto i ferri per un intervento chirurgico d’urgenza.

 

 

Secondo le fonti di Kotlyarsky, l’operazione verrà effettuato al centro nazionale per la ricerca sul cancro di Mosca: si tratta della miglior clinica pubblica russa, specializzata appunto nel trattamento di malattie oncologiche. Il giornalista israeliano ha poi aggiunto ulteriori dettagli in un’intervista televisiva, sostenendo che una delle sue fonti è legata ad ambienti medici di Mosca, mentre un’altra lavora all’interno del Cremlino. Uno degli edifici della clinica verrà chiuso e destinato esclusivamente a Putin, che intanto sarebbe in attesa di un esame pre-operatorio.

 

 

Se le informazioni di Kotlyarsky dovessero essere corrette, allora le condizioni di salute del presidente russo sarebbero addirittura più gravi di quello che si pensava: finora si era parlato soprattutto di un cancro alla tiroide, ma secondo il giornalista israeliano è al pancreas. Si tratta di un tipo di tumore difficilmente curabile, per questo il Cremlino sarebbe al lavoro per non farsi trovare impreparato nel caso si verifichi lo scenario peggiore. Una delle ipotesi sul tavolo è che la Russia venga temporaneamente guidata dal Consiglio di Stato, a cui sarebbero trasferiti i compiti di governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.