Categorie
cronaca

Aviaria, primo contagio umano del ceppo H3N8: dove colpisce il virus, il mondo ora ha paura

Allarme influenza aviaria in Cina: è stato registrato il primo contagio umano del ceppo H3N8. Si tratta di un bambino di quattro anni della provincia di Henan, ricoverato in ospedale a inizio aprile con febbre e altri sintomi. Lo ha fatto sapere la Commissione sanitaria nazionale, aggiungendo comunque che il rischio di trasmissione tra persone è basso. Il piccolo contagiato sarebbe entrato in contatto col virus probabilmente perché la sua famiglia alleva polli in casa e vive in una zona popolata da anatre selvatiche.

 

 

 

Il bambino, però, non avrebbe trasmesso il virus a nessuno dei suoi familiari. I test effettuati sui suoi contatti stretti, infatti, non hanno rilevato “anomalie”, come ha sottolineato la Commissione in una nota. Il caso è stato definito come una “trasmissione incrociata una tantum”, mentre il rischio di trasmissione su larga scala è stato stimato come “basso”. 

 

 

 

Commentando questa situazione, anche l’Organizzazione mondiale della sanità ha voluto rassicurare tutti sulle possibilità di trasmissione di questo virus. Stando all’Oms, infatti, le infezioni umane da influenza zoonotica o di origine animale sono “acquisite principalmente attraverso il contatto diretto con animali infetti o ambienti contaminati, ma non si traducono in una trasmissione efficiente di questi virus tra le persone”. 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.