Categorie
cronaca

“Si dice che nella fattoria…”. Charlene e le corna di Alberto: la soffiata esplosiva, così è finita in disgrazia

Tra Alberto di Monaco e Charlene Wittstock è davvero finita. E non c’entrerebbero la salute della principessa triste, la sua depressione, la sua insofferenza per le regole reali e la vita di Corte con l’ingombrante presenza delle cognate Carolina e Stephanie. No, come sottolinea il Quotidiano nazionale, la coppia è scoppiata perché semplicemente “non si erano mai amati” e semmai il malessere della sudafricana è conseguenza, e non causa di questa crisi coniugale.

 

 

 

 

“Non è un segreto per nessuno – aveva rivelato alla stampa Vera Dillier, amica intima di Alberto -. Charlène apparirà ogni tanto a qualche evento pubblico per dimostrare che tutto va bene. Ma non sono una coppia da tanto tempo. Un grande amore tra loro non è mai esistito”. La foto insieme per gli auguri di Pasqua, dunque, è solo l’ultimo tassello di una finzione mediatica. Voci che si erano diffuse fin dal 2011: il principe aveva accettato il matrimonio con Charlene per ragion di stato e per “fare il photoshop alla sua effervescente vita privata”. Coprire, cioè, la sua tendenza alle scappatelle.

 

 

 

I due ora “non possono divorziare a causa dell’accordo prematrimoniale con cui hanno stabilito anche la gestione dei bambini – insiste la Dillier -. I figli rimarrebbero comunque a lui e questo Charlene lo sapeva fin dall’inizio”. Non finirà, formalmente, come Carlo e Diana. Ma di fatto, vite separate: Alberto a Palzzo e Charlene “andrà a vivere a Roc Agel, la favolosa fattoria di lusso sulle alture alle spalle del Principato”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.