Calculli Angelo

“in-campo-con-le-mascherine”.-juve-napoli,-l’ultima-clamorosa-indiscrezione:-ore-drammatiche

“In campo con le mascherine”. Juve-Napoli, l’ultima clamorosa indiscrezione: ore drammatiche

Per paradosso, i tre calciatori del Napoli che sono stati identificati come contatti stretti di positivi al Covid potrebbero scendere in campo contro la Juventus ma solo indossando la mascherina. Ovviamente non succederà, ma il fatto che sarebbe possibile rende bene l’idea del caos in cui è piombata la Serie A, trascinata sul fondo da una Lega ottusa e pericolosa, pronta a mettere a repentaglio la salute di calciatori e affini pur di non rinviare le partite.

 

 

Quelle che sono saltate in questa giornata dipendono tutte da decisioni delle Asl: per le squadre che non si sono presentate scatterà la sconfitta a tavolino. Il Consiglio di Lega è corsa ai ripari, nel senso che ha deliberato in fretta e furia un regolamento ridicolo: pur di non rinviare le partite a causa del Covid, le squadre verranno costrette a giocare con la Primavera, dato che la partita verrà considerata disputabile se ci sono almeno 13 giocatori tra prima squadra e Primavera.

 

 

Intanto Juve-Napoli resta a forte rischio: si attende l’esito dell’ultimo giro di tamponi, poi sarà l’Asl di Torino a prendere una decisione, con la certezza che gli azzurri sono un focolaio in movimento e quindi ancora più pericoloso. E poi c’è da risolvere il nodo legato a Zielinski, Lobotka e Rrahmani, raggiunti a Torino dalla notizia che l’Asl Napoli 2 li ha identificati come contatti stretti di positivi. “Stante le cose – ha scritto provocatoriamente Carlo Alvino – il Napoli domani potrebbe scendere in campo con le mascherine e vi giuro che non sto scherzando”.

POST A COMMENT