Categorie
cronaca

Covid Italia, 57.715 contagi e 349 morti: bollettino 31 gennaio

(Adnkronos) – Sono 57.715 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, 31 gennaio 2022, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano inoltre altri 349 morti. Da inizio emergenza ci sono state 146.498 le vittime in Italia.

Sono stati 478.314 i tamponi, tra molecolari e antigenici, processati in 24 ore che fanno rilevare un tasso di positività pari al 12%. Ieri erano stati 818.169. Nelle ultime 24 ore sono guarite 108.493 persone.

I ricoverati sono 19.913, 296 in più rispetto a ieri, mentre le terapie intensive occupate sono 1.584, 9 in meno rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 2.592.606. Nelle ultime 24 ore i guariti sono stati 108.493.

LOMBARDIA – Sono 5.417 i nuovi contagi da coronavirus oggi, 31 gennaio 2022 in Lombardia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 76 morti. Da inizio pandemia le vittime sono state 37.184 nella Regione. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 60.309 tamponi con un tasso di positività all’8,9%. Le terapie intensive occupate sono 251, 3 in meno, mentre aumentano i ricoveri non in terapia intensiva pari a 3.016, 12 in più.

Sono 1.799 i nuovi positivi al Covid, registrati nella provincia di Milano nelle ultime 24 ore, di cui 784 a Milano città. Lo rende noto Regione Lombardia. Quanto alle altre province, a Bergamo si registrano 484 nuovi casi, a Brescia 673, a Como 402, a Cremona 144, a Lecco 95, a Lodi 67, a Mantova 177, a Monza 329, a Pavia 318, a Sondrio 43 e a Varese 699.

LAZIO – Sono 6.615 i nuovi contagi da coronavirus oggi 31 gennaio 2022 nel Lazio, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 29 decessi. A Roma 3.865 casi. Oggi nel Lazio, “su 17.707 tamponi molecolari e 40.429 tamponi antigenici per un totale di 58.136 tamponi, si registrano 6.615 nuovi casi positivi (-4.918); sono 29 i decessi, compresi recuperi di mancate notifiche (+22), 2.145 i ricoverati (-1), 206 le terapie intensive (+2) e +11.631 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è all’11,3%. I casi a Roma città sono a quota 3.865” comunica l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Sono 286.738 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 2.145 ricoverati, 206 in terapia intensiva e 284.387 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 585.797 e i morti 9.823 su un totale di 882.358 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

CALABRIA – Sono 1.195 i nuovi contagi da coronavirus oggi 31 gennaio 2022 in Calabria, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 15 morti. Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffuso dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, i 1.195 nuovi contagi sono stati rilevati su 6.847 tamponi effettuati. Sono +1.752 i guariti. In totale 1.887 decessi da inizio emergenza. Il bollettino, inoltre, registra -572 attualmente positivi, +4 ricoveri (per un totale di 401) e, infine, -7 terapie intensive (per un totale di 24).

BASILICATA – Sono 479 i nuovi contagi da coronavirus oggi 31 gennaio 2022 in Basilicata, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. I nuovi casi di positività sono stati rilevati su un totale di 3.071 tamponi (molecolari e antigenici). Sono state registrate 475 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 101 di cui 5 in terapia intensiva: 49 (di cui 3 in TI) nell’ospedale di Potenza; 52 (di cui 2 in TI) in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono circa 18mila.

Per la vaccinazione, ieri sono state effettuate 3.175 somministrazioni. Finora 462.247 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (83,6 per cento della popolazione che ammonta a 553.254 residenti), 423.895 hanno ricevuto la seconda (76,6 per cento) e 293.141 sono le terze dosi (53 per cento), per un totale di 1.179.283 somministrazioni effettuate.

EMILIA ROMAGNA – Sono 8.983 i contagi da coronavirus in Emilia Romagna registrati oggi, 31 gennaio, su un totale di 31.661 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 10.602 molecolari e 21.059 test antigenici rapidi. Lo riferisce il bollettino con i dati Covid della Regione. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 28,4%.

Si registrano 36 decessi. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 149 (-2 rispetto a ieri, pari a -1,3%), l’età media è di 62,8 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.701 (+69 rispetto a ieri, +2,6%), età media 71,5 anni.

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 1.032 i nuovi contagi da coronavirus rilevati oggi, 31 gennaio, in Friuli Venezia Giulia, su 2.827 tamponi molecolari e 6.389 i test rapidi antigenici realizzati. Sette i decessi, secondo il bollettino con i dati Covid della Regione. Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 42, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 519.

PUGLIA – Sono 2.638 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 31 gennaio 2022, secondo numeri e dati Covid del bollettino della regione. Registrati altri 17 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 27.689 tamponi.

I nuovi contagi per provincia – Provincia di Bari: 824; Provincia di Bat: 233; Provincia di Brindisi: 311; Provincia di Foggia: 382; Provincia di Lecce: 594; Provincia di Taranto: 265; Residenti fuori regione: 21; Provincia in definizione: 8.

Le persone attualmente positive sono 137.035. In ospedale, i pazienti covid ricoverati in area non critica sono 728. In terapia intensiva, invece, 59 malati.

VENETO – Sono 4.877 i nuovi contagi da coronavirus in Veneto secondo il bollettino di oggi, 31 gennaio. Registrati inoltre altri 23 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia è di 1.151.107, quello delle vittime sale a 13.169. Gli attualmente positivi nella Regione sono 247.513.

TOSCANA – Sono 4.109 i nuovi contagi da coronavirus in Toscana secondo il bollettino di oggi, 31 gennaio. Registrati inoltre altri 27 morti. 2.310 i casi confermati con tampone molecolare e 1.799 da test rapido antigenico), che portano il totale a 739.306 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dell’1,4% e raggiungono quota 578.258 (78,2% dei casi totali).

Oggi sono stati eseguiti 12.879 tamponi molecolari e 19.072 tamponi antigenici rapidi, di questi il 12,9% è risultato positivo. Sono invece 6.551 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 62,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 152.785, -2,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.477 (51 in più rispetto a ieri), di cui 112 in terapia intensiva (1 in più).

SARDEGNA – Sono 597 i contagi da coronavirus in Sardegna oggi, 31 gennaio 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati 7 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 1.666 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8547 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 33 (1 in meno del dato di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 376 (7 in più di ieri) e 23.047 sono i casi di isolamento domiciliare ( 41 in più di ieri), come comunica la Regione Sardegna

Si registrano 7 decessi: 2 uomini di 78 e 87 anni, residenti nella provincia di Oristano; 3 uomini di 56, 81 e 89 anni, residenti nella Città Metropolitana di Cagliari; una donna di 83 anni e un uomo di 85, residenti nella provincia di Sassari.

CAMPANIA – Sono 5.062 i nuovi contagi da coronavirus oggi 31 gennaio in Campania, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 51 morti (31 decessi avvenuti nelle ultime 48 ore, 20 avvenuti in precedenza ma registrati ieri). I nuovi casi sono emersi dall’analisi di 42.979 tamponi. Il totale dei decessi registrati in Campania dall’inizio della pandemia sale così a 9.139. In Campania sono 89 i pazienti Covid attualmente ricoverati in terapia intensiva (uno in più rispetto a ieri), 1.391 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza (13 in meno rispetto al dato diffuso ieri).

PIEMONTE – Sono 6.241 i contagi da coronavirus in Piemonte oggi, 31 gennaio 2022, secondo numeri e dati del bollettino covid della regione. Registrati altri 18 morti. I nuovi casi (di cui 5.167 dopo test antigenico) sono pari al 9% di 69.607 tamponi eseguiti, di cui 62.925 antigenici. Dei 6.241 nuovi casi gli asintomatici sono 5.339 (85,5%). I contagi sono 4.921 di screening, 1.050 contatti di caso, 270 con indagine in corso.

I ricoverati in terapia intensiva sono 127 (+2 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.111 (+28 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 138.003. I tamponi diagnostici finora processati sono 14.294.418 (+69.607 rispetto a ieri).

Sono 18, tra i quali 2 di oggi, i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 12.601 deceduti risultati positivi al virus. I pazienti guariti diventano complessivamente 725.050 (+14.497 rispetto a ieri).

ABRUZZO – Sono 1.262 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 31 gennaio 2022 in Abruzzo, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 4 morti. Da inizio pandemia le vittime sono state 2.811 nella Regione. Da ieri i guariti sono stati 456. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 3.559 tamponi molecolari e 9319 test antigenici.

Sono 428 i pazienti, 16 in più rispetto a ieri, ricoverati in ospedale in area medica. Sono 36 le terapie intensive occupate come ieri. In isolamento a casa 111.962 persone. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi L’Aquila a 253, Chieti a 348, Pescara a 298 e Teramo a 332.

SICILIA – Sono 3.328 i nuovi contagi da coronavirus oggi 31 gennaio in Sicilia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 29 morti. Sono 1.054 i pazienti dimessi o guariti. Nell’isola, in tutto, sono 244.960 i positivi, 2.516 in più rispetto a ieri, e di questi 1.496 sono ricoverati in regime ordinario, 141 in terapia intensiva con 7 nuovi ingressi, e 243.323 sono in isolamento domiciliare. La provincia con più casi è Catania (806), seguita da Messina (791) e Palermo (712).

LIGURIA – Sono 5.062 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 31 gennaio 2022 in Liguria, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Nelle ultime 48 ore sono stati registrati 31 morti, di cui 20 avvenuti nei giorni scorsi. Da ieri sono stati processati 42.979 tamponi, tra molecolari e antigenici. Le terapie intensive occupate sono 89, mentre i ricoverati sono 1.391.

Categorie
cronaca

Meghan Markle fatta fuori: la Regina Elisabetta preferisce Camilla Parker Bowles

Categorie
cronaca

Ufo, la svolta è alle porte? “Identificati gli extraterrestri grazie agli smartphone”

Categorie
cronaca

“L’elezione di Mattarella al Colle? Ecco chi ha vinto”. Cesara Buonamici, la carta che ha spiazzato tutti | Video

“Chi ha vinto e chi ha perso?”. Barbara Palombelli ha posto questa domanda a Cesara Buonamici a Stasera Italia su Rete 4. La giornalista e nota conduttrice del Tg5 ha risposto prontamente, senza alcun dubbio: “Ha vinto il Parlamento, in particolare i peones, che hanno imposto la linea. E anche Sergio Mattarella“. Secondo lei, però, pure un altro leader avrebbe trionfato. Di chi si tratta? Di Silvio Berlusconi, che dopo una candidatura iniziale ha poi deciso di farsi da parte per il bene del Paese. “Secondo me, con la sua mossa politica ha messo in evidenza tutte le criticità all’interno di tutti gli schieramenti. Si è ritirato, facendo così un gesto in nome dell’unità del Paese”. 

 

 

 

A quel punto è intervenuta la conduttrice, che ha sottolineato: “Quando lui si è ritirato si è scoperto che gli altri non avevano le carte in mano, c’era un bluff in questa grande partita di poker”. Parlando invece dell’ipotesi Elisabetta Belloni, sfumata nel giro di poche ore, la Buonamici ha spiegato: “Credo sia stata la base del Pd a tirarsi indietro. Di lei si può dire solo bene, perché ha un curriculum eccellente”. Poi ha aggiunto: “Io dentro le segrete stanze non c’ero, però raccattando un po’ di confidenze posso dire che non è stato Renzi, ma la base del Pd a fare da ostacolo”.

 

 

 

Infine, parlando di Mario Draghi, la giornalista ha detto la sua sul futuro del premier: “Approfitterà di questa situazione in cui nessuno può mettergli i bastoni tra le ruote”. Secondo lei, infatti, il presidente del Consiglio è uscito più forte dalla partita del Colle: “Andrà avanti fino a quando potrà”.

 

 

 

Categorie
cronaca

“Una difficoltà oggettiva”. Meloni frantuma il centrodestra? Una bomba sulle prossime elezioni politiche

Fratelli d’Italia si presenterà insieme ai partiti di centrodestra alle prossime elezioni? “Vedremo, io oggi ho una difficoltà oggettiva”. Così Giorgia Meloni, leader di Fdi, intervistata da Nicola Porro a Quarta Repubblica, in onda stasera lunedì 31 gennaio su Rete 4. “Io chiedo chiarezza: se si sta con il centrodestra, bisogna fare il centrodestra”, aggiunge. “Secondo me, quello che ha fatto Matteo Salvini è folle, folle per lui. Una cosa che non ho capito, eravamo d’accordo che la rielezione di Mattarella fosse l’ultima cosa da fare”. La leader di FdI  tornando sulla vicenda del Colle, dà conto della fine della coalizione del centrodestra che si è consumata sulla vicenda che ha portato al bis del Capo dello Stato. “Con lui non ci siamo più sentiti”.

“Mi sono arrabbiata molto, perché c’ero già passata. Ricordo che abbiamo fatto un vertice di centrodestra, nel quale si parlava dell’ipotesi di votare il governo Draghi e mi rispondono ‘no’. Poi lo scopro da una agenzia di stampa. Lo stesso su Mattarella: lo scopro da un altra agenzia di stampa”, ribadisce la Meloni.

La Meloni oggi ha ribadito la sua contrarietà al Mattarella bis e l’ha fatto pubblicando una vignetta in cui si vedono i parlamentari che festeggiano l’elezione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella innalzando le poltrone.. “Siamo in un Parlamento in cui si preferisce barattare sette anni di presidenza della Repubblica con sette mesi di stipendio e di legislatura, questo non è dignitoso per la mia idea della politica. Io mi considero una conservatrice ma per me significa conservare idee e regole, non le poltrone”, ha commentato la Meloni.

Categorie
cronaca

“Centrodestra in frantumi? Era già morto nel 2018”. Alessandro Sallusti, perché Salvini e Meloni si sono illusi

“L’illusione era che il centrodestra potesse sopravvivere alla fine della leadership del suo fondatore”: Alessandro Sallusti, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7, ha analizzato la crisi interna alla coalizione dopo le turbolenze provocate dalla partita del Quirinale. Con la rielezione di Sergio Mattarella, infatti, la spaccatura tra Giorgia Meloni e Matteo Salvini si è fatta ancora più profonda, diventando quasi insanabile. Basti pensare che la leader di Fratelli d’Italia, ospite di Nicola Porro a Quarta Repubblica, ha addirittura detto di avere dei dubbi sull’alleanza con Lega e Forza Italia alle elezioni del 2023. 

 

 

 

Secondo il direttore di Libero, però, i problemi della coalizione hanno radici molto profonde. Le difficoltà, insomma, non sono affatto recenti. “Il centrodestra di fatto è morto il 5 marzo 2018, il giorno delle ultime elezioni, quando Berlusconi ne ha perso il controllo”. Nel frattempo, secondo Sallusti, si è cercato di tenere in vita qualcosa che in realtà non c’era già più.

 

 

 

“Per quattro anni si è tentato di tenerlo in piedi in qualche modo”, ha continuato il direttore. Che poi ha sottolineato come queste difficoltà si ripercuoteranno inevitabilmente sui risultati delle elezioni: “Oggi diventa difficile anche dal punto di vista elettorale”. Ecco perché poi ha avvertito: “O si va insieme oppure non si tocca palla, almeno con il sistema elettorale che abbiamo adesso”. 

 

 

 

Categorie
cronaca

Covid, gli 8 furbetti finiti in carcere: sconvolgente indagine a Rimini, le notizie del giorno su LiberoTg

Categorie
cronaca

Ultimo giorno di servizio in Polizia, saluta i colleghi via radio con la voce rotta dall’emozione

Categorie
Uncategorized

Enea e Fincantieri insieme per la transizione energetica

Collaborazione nelle fonti rinnovabili, nell’idrogeno, nelle celle a combustibile e nelle tecnologie dei materiali

Categorie
Uncategorized

Il mercato del Toro si chiude con la firma di Seck, nel segno del rinnovamento: “E’ un sogno che si avvera”

Presi anche altri due 2001: Ricci e Pellegri