Calculli Angelo

cagliari-udinese,-i-friulani-ritrovano-la-vittoria-con-un-poker:-i-rossoblu-sprofondano

Cagliari-Udinese, i friulani ritrovano la vittoria con un poker: i rossoblu sprofondano

L’Udinese riemerge, il Cagliari sprofonda. I friulani ritrovano in Sardegna una vittoria che mancava dal 7 novembre (3-2 al Sassuolo): alla ‘Unipol Domus’ finisce 4-0 con doppietta di Deulofeu e gol di Makengo e Molina. I bianconeri salgono al quattordicesimo posto con 20 punti, la squadra di Mazzarri – che non vince da 10 partite – rimane penultima a quota 10. Dopo aver fermato il Milan, Cioffi trova la prima vittoria in Serie A da capo allenatore con una partita ottimamente interpretata dai suoi a cospetto, va detto, di un Cagliari troppo brutto per essere vero. Identico modulo, 3-5-2, per Cagliari e Udinese, Mazzarri lo declina scegliendo Godin anziché Caceres per la difesa e disegnando un centrocampo composto da Nandez, Marin e Grassi, con Bellanova e Dalbert sulle fasce. In avanti giocano Joao Pedro e Pavoletti, preferito a Keita. Cioffi cambia un’unica pedina rispetto al pareggio col Milan, con Samir – squalificato contro i rossoneri – che ritrova posto nel pacchetto arretrato. In mezzo si sistemano Arslan, Walace e Makengo, sulle corsie agiscono Molina e Udogie, mentre il tandem offensivo è composto da Beto e Deulofeu. 

 

 

 

I friulani mettono subito la testa avanti. Al 4′ Godin perde malamente una palla in uscita, Walace apre sulla sinistra per Udogie, lesto a servire centralmente Makengo: il francese entra in area e di punta anticipa il tentativo di intervento di due difensori, firmando la prima rete in Serie A. Colpiti a freddo i sardi riescono comunque a rispondere immediatamente con la bella combinazione Joao Pedro-Pavoletti, con il tiro di quest’ultimo deviato in corner da Silvestri. Sarà l’unico lampo rossoblu del primo tempo perché da lì in avanti la squadra di Cioffi controlla la partita. Corta, stretta, aggressiva e pronta a ripartire: l’Udinese gioca con intensità e attenzione, palesando a tratti anche una buona qualità. Un paio di scelte sbagliate vanificano potenziali opportunità, ma i bianconeri trovano comunque il raddoppio. Arriva al 45′ grazie alla punizione magistralmente calciata da Deulofeu. Nell’intervallo Mazzarri toglie Carboni, Nandez e Dalbert per inserire Caceres, Lykogiannis e Keita e disegnare un 3-4-2-1, ma l’Udinese al 5′ si porta sul 3-0 con la bella volée di Molina. Il Cagliari esce dalla partita e dagli spalti piovono fischi. Marin, già ammonito, si becca il secondo giallo per un fallo su Makengo e al 20′ l’Udinese cala il poker con una perla di Deulofeu, che da posizione defilata pesca l’angolo lontano: sesto gol in campionato per lo spagnolo. Buio fitto per il Cagliari, che in una situazione di classifica sempre più difficile dovrà ora affrontare la Juventus a Torino.

 

 

 

POST A COMMENT