Calculli Angelo

zelig,-dopo-il-successo-della-prima-serata,-aldo-grasso-gela-i-conduttori

Zelig, dopo il successo della prima serata, Aldo Grasso gela i conduttori

Dopo qualche anno di stop, è tornato proprio lo scorso giovedì uno dei programmi più amati di sempre.  Stiamo parlando di Zelig, alla cui conduzione sono tornati ancora una volta Claudio Bisio e Vanessa Incontrada.  E’ questa la coppia di conduttori e comici che piace davvero tanto al pubblico di Mediaset e questo non è di certo una novità. Già in passato hanno avuto un successo davvero strepitoso ed anche quest’anno con la loro prima puntata di Zelig, i due hanno riconfermato il grande successo.   La puntata del debutto, infatti ha sfiorato i 4 milioni di telespettatori con uno share del 20%, ottenendo quindi un successo davvero clamoroso. In queste ore si sta parlando di qualche problema che pare sia sorto proprio all’interno del programma.  Ma di che cosa si tratta?

Zelig, il problema sorto all’interno del programma. Di cosa si tratta?

 Si vocifera di alcuni problemi sorti all’interno del programma Zelig,   condotto ancora una volta da Vanessa Incontrada e Claudio Bisio.   La puntata di esordio di questa nuova stagione del programma è andata già in onda qualche giorno fa e pare abbia riscosso un successo davvero strepitoso, visto che sono stati ben 4 milioni i spettatori che hanno deciso di seguire questo programma.  Ma di che tipo di problema allora si tratta?  Sembrerebbe che Aldo Grasso abbia sostenuto che il problema è sorto nel cast del programma e questo sarebbe legato in qualche modo alla comicità fatta in televisione. 

Il giornalista Aldo Grasso critica Zelig e la sua “comicità vecchia”

“È molto probabile che i tempi comici siano cambiati, che il web abbia giocato un suo ruolo, che i moduli della stand up comedy siano molto lontani dal tradizionale sketch”. E’ questo nello specifico il commento fatto da Aldo Grasso il noto critico televisivo del Corriere della Sera. “Senza Bisio non esiste Zelig in tv, lo ha dimostrato ancora una volta”. Questo è ancora le parole del giornalista, il quale ha voluto anche sottolineare come dopo aver visto alcuni volti storici della trasmissione tra cui Teresa Mannino, Teo Teocoli, Raul Cremona, Maurizio lastrico e Anna Maria Barbera si capisce come questa comicità sia in un certo senso” legata a tempi teatrali, ritualità un pò desuet, ad un pubblico da terza dose”. 

E voi, siete d’accordo con il pensiero di Aldo Grasso?

Insomma, sembra proprio che il giornalista abbia in qualche modo criticato la criticità del programma che sarebbe ormai rivolta ad una ben determinata fascia d’età di telespettatori.  Poi Grasso ha anche sottolineato il fatto che ci sarebbe una differenza piuttosto sostanziale tra i vecchi comici ed i nuovi emergenti. Insomma, secondo Grasso, quindi, Zelig avrebbe bisogno di rinnovarsi un pò. E voi siete d’accordo? Una cosa però sembra essere certa, ovvero il fatto che il programma piace tanto al pubblico e lo testimonia il fatto che abbia ottenuto il 20% di share.

POST A COMMENT