Calculli Angelo

“senza-palle”.-il-disastro-di-chiara-ferragni:-insulto-sessista-della-paladina-del-ddl-zan,-una-figuraccia-da-record

“Senza palle”. Il disastro di Chiara Ferragni: insulto sessista della paladina del ddl Zan, una figuraccia da record

Riavvolgere il nastro di qualche giorno. Torniamo al Senato, al momento in cui con la cosiddetta tagliola è stato affondato il ddl Zan. Torniamo all’esultanza un poco scomposta di chi aveva votato contro quelle leggi e torniamo anche alle frasi ancor più scomposte di chi accusava i medesimi onorevoli. Per esempio, torniamo alle frasi di Fedez, che si è speso nei soliti insulti a Matteo Renzi, e a quelle di Chiara Ferragni, la quale ha voluto far sapere su Instagram che, a suo giudizio, “siamo governati da pagliacci senza palle”.

 

Sullo sfogo della influencer ci è tornato Giacomo Susca, su Il Giornale, in un commento che fa riflettere su un paio di circostanze in effetti meritevoli di menzione. Si legge infatti: “Perciò fa riflettere che la principale paladina social della causa arcobaleno, Chiara Ferragni, abbia postato uno sfogo, questo sì, davvero «colorito». Dall’alto dei suoi milioni di seguaci, l’influencer si è scagliata contro la classe politica: Siamo governati da pagliacci senza palle“.

 

E perché dovrebbe far riflettere? Susca riprende: “Tralasciando il fatto che governo e Parlamento sono due cose diverse, non bisogna essere esperti di diritto costituzionale per riconoscere che senza palle altro non è che un insulto sessista”. E in effetti… “Proprio come quelli che il ddl Zan avrebbe voluto punire severamente – riprende il commento -. E non si tratta di sfumature lessicali, visto che l’odio e il pregiudizio viaggiano sul crinale del linguaggio adoperato. Un team di linguisti provenienti da 12 Paesi non ha avuto dubbi nel decretare che l’espressione senza palle corrisponde a una cultura fortemente maschilista“, si fa notare. Insomma, quello di Chiara Ferragni… una sorta di suicidio perfetto.

 

POST A COMMENT