Calculli Angelo

“una-macchia-di-sospetto”.-il-cav-al-quirinale?-mauro-corona,-la-profezia-sibillina

“Una macchia di sospetto”. Il Cav al Quirinale? Mauro Corona, la profezia sibillina

Non è per nulla tenero, Mauro Corona, sul tema di Silvio Berlusconi presidente della Repubblica. Ospite di Bianca Berlinguer a CartaBianca su Rai3, lo scrittore montanaro usa l’ironia: “Berlusconi al Quirinale? Anche io ambisco al Premio Nobel! Berlusconi ha una storia complicata alle spalle, un passato difficile da poterlo vedere come Presidente della Repubblica. Il Capo dello Stato non deve avere nemmeno una macchia di sospetto“.

 

 

 

 

In collegamento c’è anche  Oscar Farinetti, l’imprenditore di Eataly qualche anno fa considerato il “fiore all’occhiello” del renzismo applicato all’economia reale: “Spero che il prossimo Presidente della Repubblica sia una donna – rivela -. Io ce l’ho già in mente. È una mia coetanea, è del mio territorio, è di Bra. Una donna straordinaria”. Identikit abbozzato, mistero però sul nome. 

 

 

 

 

Come di consueto, Corona riflette sull’attualità a 360°, tra cronaca e vissuto personale. “Il prof Barbero ha detto che le donne non riescono ad affermarsi perché non hanno la spavalderia? Mi meraviglio di questa sua affermazione, non me l’aspettavo. Se le donne avessero lo spazio che meritano, vincerebbero 10-0 sugli uomini“. Frase a effetto che contribuisce forse a far dimenticare qualche intemperanza (per esempio, il famigerato “stia zitta gallina” indirizzato alla Berlinguer che gli costò una stagione di “squalifica” in Rai) del recente passato.

 

 

 

 

“Sono stato abituato sin da piccolo a rimanere da solo – riflette poi lo scrittore – . La solitudine me la sono fatta amica. Così siamo in due. Praticare la montagna è come leggere un libro: vi sono pagine gradevoli, altre che inquietano e terrorizzano”.
 

POST A COMMENT